To top
Title Image

La cura dei capelli in stile K-time: come trattarli al rientro dalle vacanze

5 Set

La cura dei capelli in stile K-time: come trattarli al rientro dalle vacanze

La cura dei capelli in stile K-time: come trattarli al rientro dalle vacanze

Tempo di lettura: 3 minuti

Le vacanze sono solo un ricordo e al ritorno in città non deve corrispondere il ritorno delle doppie punte. E allora ecco come curare la nostra chioma dopo un’esposizione prolungata a sole, mare e vento.

Nessuno di noi potrebbe abbinare la parola stress all’estate. Eppure c’è una parte del nostro corpo che non si rigenera con ore di sole, di mare e men che meno con le carezze del vento. Sono i capelli che, insieme al cuoio capelluto, al rientro dalle vacanze hanno ancor più bisogno di essere curati, anche se durante la stagione estiva siamo state attente a non danneggiarli eccessivamente.  Come farlo? Basta poco: curare l’alimentazione, seguire pochi consigli essenziali e soprattutto scegliere per la propria beauty routine dei prodotti professionali pensati ad hoc per questo periodo.

Come trattare i capelli dopo l’estate: tre consigli fondamentali

1 – Curare l’alimentazione

La quasi totalità dei nostri capelli è formata da componenti proteiche, come la cheratina.  Il sole, il cloro, il sale e molti altri agenti atmosferici vanno a intaccare il corpo proteico del capello, sfibrandolo. Per rinforzarlo e rinvigorirlo, il primo passo è stare attenti al proprio menù quotidiano. Quella che è un’attenzione che – come qualsiasi professionista consiglia – dovrebbe essere parte della nostra quotidianità anche d’inverno, è ancora più importante quando il caldo dell’estate comincia a calare e si vedono i primi risultati sulla nostra chioma.

Per ogni necessità del capello, infatti, esistono dei cibi adatti in modo da reintegrare naturalmente ciò che è venuto a mancare. Per rinforzare i capelli e prevenirne la caduta causata dallo stress, in tavola non dovrebbero mai mancare miglio e fagioli; il cereale è tra i nutrienti più efficaci, con la sua grande concentrazione di calcio, acido folico e vitamine del gruppo A e B. Mentre i fagioli stimolano la produzione della cheratina, da cui è formato più del 50% del nostro capello. Per ridare invece idratazione alla nostra chioma dobbiamo attingere dal reparto verdure, iniziando da tutti gli ortaggi a foglia verde che, grazie alla loro altissima concentrazione di clorofilla, se mangiati crudi o poco cotti sono un booster di idratazione per i capelli.

2- Cura intensiva e prodotti professionali

Come trattare i capelli dopo l'estate. Cura intensiva e prodotti professionali

Se è vero, verissimo, che non è detto che l’unica cura per una chioma danneggiata sia darci un taglio netto, è altrettanto sacrosanto che a fine estate, dopo essere passati dal proprio parrucchiere per un controllo, bisogna affrontare un periodo di cura ricostituente. Nulla, o quasi, aiuterà i nostri capelli a riprendersi più di un periodo di coccole intense e sapienti, fatte con prodotti professionali appositamente pensati per questo periodo.  Far visita al proprio hairstylist di fiducia dopo le vacanze è un dovere. Nessuno meglio di lui potrà studiare la condizione della chioma e darvi la “cura” adatta per accompagnarla in questa fine estate. Usare prodotti professionali è, infatti, ancor più fondamentale quando capelli e cuoio capelluto non sono in una situazione d’equilibrio.

Perfetti per questo periodo sono prodotti per capelli con Olio di Argan, altamente idratante e ricostituente, e con Cheratina. In particolar modo sono efficaci quelle linee di prodotti progettate in più step, che prevedano non solo lo shampoo e la maschera, ma anche l’applicazione della Cheratina stessa, come nel caso del nostro trattamento intensivo Keratin Time. Questo combatterà l’antiestetico effetto crespo e regalerà ai capelli un vero e proprio effetto lifting. Il segreto? La ricca concentrazione di Cheratina Naturale: infatti questa proteina, parte integrante del capello, lo nutre dall’interno e ne contrasta l’invecchiamento. Inoltre, è in grado di idratare il cuoio capelluto.

3 – Non esagerare con spazzole e phon

come-trattare-i-capelli-dopo-estate-non-esagerare-con-spazzole-e-phon

Nella cura quotidiana del capello, un ultimo – fondamentale – trucco è non tornare subito a styling super elaborati. Questi richiedono tempo, ma soprattutto calore, diversi tipi di spazzole e molto stress per i vostri capelli che in questo momento vorrebbero solo riposare. Per le prime settimane vanno favorite acconciature e metodi di asciugatura che accompagnino la nostra chioma e la assecondino naturalmente. Stop per un po’ a piastre e arricciacapelli, salvo riprenderli un po’ alla volta quando l’autunno sarà oramai arrivato.

Con l’estate agli sgoccioli e il ritorno alla routine quotidiana, il segreto per rivitalizzare i nostri capelli è concedersi del tempo (e qualche prodotto giusto), così da iniziare una nuova stagione sotto i migliori auspici.  Et voilà: stop alla sindrome da rientro (per la nostra chioma)!