10 tagli di capelli che non passano mai di moda

Ci sono tagli di capelli che non passano mai di moda, alcuni perché talmente semplici e facili da gestire da assecondare i gusti di tutte le donne, altri perché iconici e legati ai grandi nomi dello spettacolo.

Ecco quindi una raccolta di 10 tagli evergreen che probabilmente non ci stancheremo mai di vedere nei saloni da donna.

Geometrie e irregolarita con i tagli asimmetrici

Il Long Bob è il taglio di capelli che non passa mai di moda, per eccellenza. Le sue origini risalgono addirittura agli anni Venti!

Il Long Bob nasce con il nome Lob ed è la versione un po’ più lunga di un classico caschetto. Infatti, la traduzione letterale dall’inglese è “caschetto lungo” (long + bob), dalla cui unione è stato ideato il termine Lob.  

Il suo successo dipende dal fatto di essere un taglio medio che sta bene a molte tipologie di viso ed è davvero facile da gestire. 

La lunghezza arriva fin sopra le spalle, a volte anche poco sotto le scapole,. Originariamente la piega associata a questo taglio era extra liscia. Di recente però è stato rivisitato in versione mosso wild. 

Per realizzare onde perfette per il Long Bob e ottenere un effetto onda naturale, suggeriamo di utilizzare una mousse modellante a fissaggio elastico. La mousse, infatti, modella le onde e assicura una tenuta perfetta assecondando al contempo il movimento naturale dei capelli.

Bob

Bob

La versione più corta del Long Bob è quindi il Bob, ovvero il caschetto corto appena fin sotto le orecchie. Anche questo haircut ha una storia lunga secoli ed è stato rivisitato più e più volte dagli hair stylist. Oggi, la sua versione più nota è quella con frangia ciuffo laterale e piega mossa.

Capelli lunghi e lisci con riga al centro

Capelli lunghi e lisci con riga al centro

Arriva invece dagli anni Sessanta la moda dei capelli lisci e lunghi con riga al centro

Lo stile hippie nato in quell’epoca, infatti, ha trasformato in un taglio di capelli iconico una pettinatura assai semplice e comune. Attenzione però, non a tutti dona questo haircut! 

La riga al centro, infatti, è particolarmente indicata per dare una sensazione di maggiore simmetria al volto, in quanto consente di suddividerlo in due metà perfette. Se però la forma del viso è particolarmente allungata e spigolosa, attenzione all’accoppiata riga al centro + liscio perfetto. L’effetto Morticia Addams è dietro l’angolo!

Capelli lunghi con frangia

Capelli lunghi con frangia

Il decennio successivo, gli anni Settanta, ha consacrato i capelli lisci con riga al centro come pettinatura iconica rivisitando questo taglio in una versione più sbarazzina e giovanile: la frangia dritta e folta.

Anche la frangettona, come al riga centrale, si adatta ad alcune tipologie di viso, ad esempio il volto con forma a cuore o a diamante oppure i visi caratterizzati da una fronte molto alta e spaziosa.

La frangetta deve essere rigorosamente folta e dritta, tagliata appena un centimetro o due al di sopra delle sopracciglia.

Caschetto a 5 punte

Caschetto a 5 punte

Gli anni Sessanta videro l’affermarsi anche di molti altri tagli di capelli oltre a quelli lunghi con riga al centro o con frangettona. Tra questi c’è stato anche il cosiddetto “caschetto a 5 punte” creato dal parrucchiere londinese Vidal Sassoon, nel 1963.

Si tratta di un caschetto dalla forma geometrica perfetta, sfilato sulla nuca. La parte anteriore e quella superiore sono più piene e il dettaglio che caratterizza questo taglio è la frangia. 

Tra le celebrities che hanno indossato il caschetto a cinque punte non possiamo non ricordare la Sophie Marceau de Il tempo delle mele.

Taglio scalato

Taglio scalato

Chi non ricorda il taglio scalato di Jennifer Aniston nella sitcom americana Friends? Erano gli anni Novanta quando questo taglio iniziò a diventare popolare e da allora non ha mai smesso di esserlo.

Nato per dare movimento ai tagli estremamente simmetrici, troppo piatti e privi di personalità, il taglio scalato è la soluzione ideale per chi ha una massa di capelli voluminosa e difficile da domare. 

Le varie tecniche di taglio utilizzate dagli hairstylist, dallo sfilzino alla forbice multilama, consentono di alleggerire la chioma dalla radice verso le punte, creando per l’appunto un movimento digradante delle ciocche fino a formare una vera e propria cornice intorno al viso.

Pixie Cut

Frange e geometrie su tagli cortissimi alla maschietta

La versione XXS del taglio scalato è il Pixie Cut. Si tratta di un taglio cortissimo sulla nuca ma caratterizzato da una frangetta lunga e sfilacciata e da una scalatura tutt’intorno al volto. 

La scalatura è il dettaglio che contribuisce a rendere questo taglio fiabesco, proprio come vuole il suo nome. Pixie, infatti, è una creatura mitica nota nel folklore britannico, una sorta di folletto citato anche da Shakespeare con il nome di Puk in Sogno di una notte di mezza estate.

Taglio a scodella

Taglio a scodella

Il taglio a scodella o Bowl Cut è stato decretato il taglio di capelli corto più originale in assoluto ma anche il più difficile da gestire.

In realtà non è affatto vero: per avere un taglio a scodella perfetto è sufficiente affidarsi alle mani di un professionista per eseguire i ritocchi. I

Il Bowl Cut, infatti, una volta impostato richiede una certa cura costante ma non necessita di particolari accortezze quotidiane, se non una messa in piega extra liscia.

Per realizzare un liscio perfetto suggeriamo di sottoporre i capelli a un trattamento lisciante completo che oltre a rendere la chioma liscia e morbida, previene anche l’effetto crespo.

Undercut

Undercut

Facilissimo da gestire, invece, è il taglio undercut o sidecut, cioè un taglio cortissimo o rasato alla base e caratterizzato da ciuffi e frange extra long.

Di ispirazione punk e grunge, questo taglio ha uno stile glam rock che piace alle giovanissime ma anche alle meno giovani.

A fare la differenza e a rendere unico l’undercut è il colore prescelto. Le tonalità pastello e i colori shocking sono i più quotati per personalizzare il look. Spazio alla fantasia, quindi!

Frangetta bombata

Frangetta bombata

Infine, un taglio iconico che ha attraversato i decenni subendo moltissime rivisitazioni: la frangetta bombata. Negli anni Settanta, infatti, era la frangetta lunga e arrotondata tipica del Mushroom Bob, il caschetto a forma di fungo, ma prima, negli anni Cinquanta, era la frangia cortissima e bombata delle pin-up.

Bigodini e lacca per capelli sono i due ingredienti segreti per realizzare questo eccentrico dettaglio. L’effetto vintage è assicurato.