Come pettinarsi quando piove? Acconciature e trucchi anti-pioggia

Come durante i mesi estivi, anche in inverno i nostri capelli hanno bisogno di cure e attenzioni particolari. La pioggia, il vento e l’umidità tendono a stressare la chioma rendendola crespa, piatta ed elettrica. Se siete tra le fortunate ad avere capelli sempre perfetti e in ordine, allora non continuate a leggere questo articolo. In caso contrario, vi suggeriamo di proseguire con la lettura, potreste trovare consigli utili per capire come pettinarvi quando piove, idee per acconciature anti-pioggia e trucchi per essere sempre al top anche nelle giornate più umide.

La prima regola d’oro per avere una capigliatura al top anche in inverno è utilizzare shampoo, balsamo e maschere a base di oli naturali. Durante i mesi più freddi, infatti, bisogna nutrire e proteggere in profondità il cuoio capelluto. Sì quindi a un buon trattamento idratante per capelli e a prodotti che avvolgano le fibre capillari in un film protettivo, senza però appesantire la capigliatura. L’hair care routine, da sola, potrebbe però non essere sufficiente per avere una chioma sempre in ordine. Da Dicembre a Marzo, il rischio di uscire di casa con una messa in piega perfetta e ritrovarsi dopo pochi istanti con in testa il famigerato effetto medusa, è letteralmente dietro l’angolo. Dunque, che altro fare?

Pettinature per non far gonfiare i capelli con l’umidità

Pettinature per non far gonfiare i capelli con l’umidità

Pioggia, umidità e vento rendono i capelli gonfi e crespi. La soluzione più comune per prevenire questi fastidiosi inestetismi è raccogliere i capelli in una pettinatura raffazzonata, metà coda metà chignon, tirata su alla bell’e meglio davanti allo specchio dell’ascensore di casa oppure durante gli spostamenti in metropolitana. Attenzione però! Da medusa a desperate housewife, il passo è breve! Dunque, perché non trasformare i capelli raccolti in vere e proprie pettinature anti-pioggia e umidità? Una pony tail o una coda bassa fermate da un elastico particolare vi aiuteranno a tenere in ordine la chioma, soprattutto le radici, più soggette a inumidirsi e gonfiarsi.

La treccia invece è più adatta a chi ama le lunghezze e consente di raccogliere l’intera capigliatura in un’acconciatura sportiva o elegante. Potrete dare spazio alla fantasia sbizzarrendovi tra treccia a elica, alla francese, doppia o alla tirolese! Per chi invece cerca pettinature resistenti alla pioggia e al vento, lo chignon è l’idea giusta da sfoggiare durante una riunione di lavoro, una cena tra amici o le occasioni più formali. Anche sotto la pioggia battente, un Top Knot o un Ballerina Bun ben fatti, dureranno ore e ore senza scomporsi.

Stile messy per camuffare gli effetti della pioggia

Se pensate che portare i capelli sciolti quando piove sia controindicato, vi sbagliate! Anche sotto l’ombrello, infatti, non dovrete rinunciare alle lunghezze, soprattutto se la vostra paura è di arrivare spettinate a un appuntamento. Lo stile spettinato, infatti, è la soluzione adatta a chi non vuole curarsi troppo degli effetti della pioggia ma desidera una soluzione veloce da realizzare e che duri qualche ora nonostante l’umidità.

L’effetto spettinato si ottiene in pochi minuti applicando una mousse modellante leggera, con cui ricreare l’effetto mosso naturale che generalmente è provocato dall’umidità. Lo stile messy è particolarmente adatto a chi ha un taglio corto o medio, come il long bob scalato, oppure a chi ha scelto la frangetta e teme che si possa arricciare o perdere la messa in piega al primo accenno di pioggia.

Come proteggere i capelli dalla pioggia senza rinunciare allo stile

Come proteggere i capelli dalla pioggia senza rinunciare allo stile

Il copricapo è l’accessorio da donna immancabile in alcuni guardaroba durante la stagione autunno-inverno. Dal cappello a tesa larga al foulard annodato sotto al collo, è questo il modo più trendy per proteggere i capelli dalla pioggia rimanendo al passo con le tendenze del momento. Coda bassa e treccia sono tra le pettinature che stanno bene con cappello e foulard ma il grande vantaggio di questi accessori è che potrete tenere i capelli lisci anche quando piove! Non dimenticate però che il segreto per avere un liscio perfetto sta tutto nell’asciugatura.

Gli step da seguire per una hair care routine impeccabile!

Dopo aver lavato i capelli normalmente, tamponateli delicatamente con un asciugamano per eliminare l’acqua in eccesso. Poi, stendete un prodotto anticrespo sulle lunghezze avendo cura di distribuirlo in maniera omogenea anche sulle punte. A questo punto potrete procedere con la normale asciugatura, avendo cura di utilizzare il phon a bassa temperatura e una spazzola larga con setole in nylon e manico in metallo. La spazzola con manico in legno è sconsigliata perché elettrizza i capelli. Ultimo tocco per un finish perfetto con la piastra lisciante et voilà! State pur certe che, il vostro, sarà un liscio a prova di diluvio universale!